Visualizza Feed RSS

Famiglia, genitori e figli

  1. Mal di pancia… mal di scuola: Primi sintomi da stress della vita quotidiana

    Di , 18-01-2009 alle 02: 34
    Una recente indagine epidemiologica riporta una frequenza di dolore addominale ricorrente e colon irritabile del 13-17% tra bambini ed adolescenti delle scuole medie e superiori.
    Questi bambini sono più sensibili e quindi più vulnerabili agli stress normali della vita, non hanno un organo malato, ma funzionalmente alterato essendo il risultato dell’interazione di fattori culturali e ambientali. Nello specifico questi bambini hanno una tendenza costituzionale ad avvertire dolore in momenti
    ...
  2. Play therapy: terapia dei bambini

    Di , 18-01-2009 alle 02: 33
    La play therapy è una forma di counseling o psicoterapia che utilizza il potere del gioco in modo terapeutico per aiutare il l’individuo a comunicare e a raggiungere un buon livello di integrazione e individuazione.
    Generalmente questa tecnica viene utilizzata con bambini dai 3 agli 11 anni che presentano difficoltà relazionali, problemi di autostima e autoefficacia, o crisi in particolari momenti di crescita.
    Il gioco per il bambino rappresenta il modo per esprimere le proprie
    ...
  3. I no dei bambini: una lotta da gestire

    Di , 18-01-2009 alle 02: 32
    Spesso la preoccupazione di molti genitori è assistere al cambiamento della modalità comportamentale che il proprio figlio adotta verso i due anni di età. Bambini tranquilli che si trasformano in dissidenti e ribelli, bambini irruenti diventano dei veri e propri tiranni di fronte i quali il genitore si sente impotente. Siamo di fronte alla comparsa del “no”, all’antagonismo che il bambino ha nei confronti delle regole educative; tale comportamento non deve destare eccessiva preoccupazione, ...
  4. Baby blues (maternity blues) e depressione post partum

    Di , 18-01-2009 alle 02: 31
    La vulnerabilità della donna dopo il parto è un momento particolarmente delicato. La nascita di un figlio comporta enormi cambiamenti psico-fisici in cui la donna deve ristrutturare il proprio modo di percepirsi sia da un punto di vista fisico che psicologico e sociale. Oggi si parla di baby blues o maternity blues che letteralmente significa “bambino triste” o “mamma triste” diversa dalla “depressione post partum” contraddistinta per la sua gravità. Diamo uno sguardo a cosa si riferiscono. ...
  5. Post partum: dove sta andando l’identità paterna?

    Di , 18-01-2009 alle 02: 30
    Parallelamente alla nascita di un bambino, vi è una nascita materna e paterna. La dinamica emotiva della paternità è poco conosciuta, l’attenzione durante la gravidanza è concentrata sulla donna, dopo la nascita del piccolo si sposta tutta sul bambino ma il papà cosa vive, quali sono i suoi sentimenti, quali i suoi compiti, quale la sua identità?


    In questi anni si è assistito ad un maggior coinvolgimento da parte del padre nella vita familiare, la sua presenza è
    ...
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12