Visualizza Feed RSS

3L3N4

Un' entusiasmante avventura nel mondo della ''psiche'', ovvero l'anima.

  1. Unicef: il 20% dei ragazzi abbandona la scuola superiore

    Di , 08-05-2010 alle 13: 12
    In Italia il 20% dei ragazzi abbandona la scuola superiore: lo ha reso noto Roberto Salvan, direttore generale di Unicef Italia, a margine di un convegno sul lavoro minorile . ''L'abbandono scolastico dopo la scuola media - ha aggiunto - e' tra i piu' elevati nell'Ocse''. Che fine fanno questi adolescenti che disertano le aule? ''Con certezza non si sa'' dice Salvan.

    Ma il rischio che vadano a ingrossare le file dei minori che lavorano e' forte. Solo che, come ha confermato anche ...
  2. Oltre 3.000 bambini “rapiti” alla famiglia da giudici e psicologi

    Di , 08-05-2010 alle 13: 12
    «Sua figlia ha disturbi dell’attenzione in classe e crediamo che il motivo sia legato alla sua impossibilità di seguirla appieno o alla sua “inidoneità genitoriale”». In parole poverissime, il bambino è lasciato allo sbando e il papà o la mamma non sono genitori come dovrebbero. A qualunque genitore, se in buona fede, un discorso di questo tipo farebbe gelare il sangue. Eppure capita pure questo a padri e a madri che vedono sottrarsi i figli senza un oggettivo motivo, diverso da maltrattamenti, ...
  3. Dislessie: la diagnosi è nella memoria a breve termine

    Di , 08-05-2010 alle 13: 11
    L’equivalente umano della Ram dei computer è stato scoperto nel cervello dell’uomo durante uno studio realizzato da ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Milano-Bicocca: in futuro una più precisa e rapida presa di coscienza di dislessie e disfasie evolutive nei bambini già piccoli potrà così consentire di iniziare precocemente e specificamente gli interventi di logopedia.

    Anche il cervello umano, come un Pc, contiene un dispositivo per controllare ...
  4. Figli difficili se il padre è depresso

    Di , 08-05-2010 alle 13: 10
    Avere una madre depressa è un problema enorme per un figlio, che facilmente rimane stretto tra un senso di colpa fortissimo e grandi difficoltà di sviluppo (in taluni casi persino fisico). La letteratura è ricca di esempi sull'impatto di una figura materna affetta da sindrome depressiva, non altrettanto note sono invece le implicazioni delle sofferenze psicologiche paterne sui figli. Eppure sono altissime, come specifica un recente studio dei ricercatori di Oxford pubblicato sulla rivista specializzata ...
  5. Arriva il gioco che premia chi più stupra

    Di , 08-05-2010 alle 13: 09
    "Una pessima notizia, che aggiunge ulteriori elementi di preoccupazione per il futuro delle nuove generazioni".

    Cosi' Chiara Simonelli, professore associato di psicologia dello sviluppo sessuale e affettivo alla Sapienza di Roma, commenta allarmata l'arrivo anche in Italia del videogame giapponese 'Rapelay', in cui vince chi stupra di piu', gia' vietato da diversi Paesi. "C'e' chi professa un'ipotesi catartica, secondo la quale questi giochi, come quelli del tipo ammazza-ammazza ...
  6. Soldi in cambio di impegno sui banchi di scuola

    Di , 08-05-2010 alle 13: 08
    Il "Dio" denaro? Sembra poter tutto, o quasi. Di sicuro ha incrementato la voglia di studiare di un gruppo di studenti americani. I ragazzi di una scuola del Bronx sono diventati bravissimi in matematica: il 94% di loro ha passato l'esame finale, ben il 40% in più rispetto allo scorso anno.

    L'iniziativa è stata promossa dalle Università di Harvard e Cambridge e ha coinvolto 59 scuole superiori in altrettante zone povere dell'America. A ottomila studenti è stato dato ...
  7. Un nuovo strumento per i bambini con difficoltà di comunicazione

    Di , 08-05-2010 alle 13: 07
    Messo a punto un dispositivo che permette ai bambini disabili con difficoltà di comunicazione di interagire meglio con i loro genitori o familiari: si tratta di una sedia a rotelle ‘intelligente’ che registra i principali eventi della loro giornata e li descrive in forma narrativa. Una risorsa interessante raccontata dal quotidiano britannico Guardian.

    Il dispositivo si regge su un software sviluppato da un team di ricercatori scozzesi delle università di Aberdeen e Dundee ...
  8. "Bambini giocate in silenzio". Dall'asilo ai parchi sempre più divieti

    Di , 08-05-2010 alle 12: 58
    Vietato giocare a pallone, vietato fare rumore, vietato far saltare lo skateboard, vietato far merenda sulle panchine, vietato far scoppiare i palloncini. Ma soprattutto vietato giocare ridendo e saltando, a volte strillando, perché è così che fanno i bambini, che hanno timbri alti, allegri, acuti, rompitimpani, è vero, ma pur sempre più intonati di un clacson o di una marmitta truccata.

    L'Italia e l'estate dei divieti per i minori di 10 anni registra da ieri un altro record: ...
  9. Scuola: cresce il cyberbullismo

    Di , 08-05-2010 alle 12: 57
    Vent'anni fa c'erano le scritte sui muri o le voci malevole sul conto della vittima di turno. Oggi i ragazzi mettono su YouTube video imbarazzanti dell'amico da ridicolizzare, bombardano i loro 'bersagli' con scherzi telefonici e sms offensivi e minacciosi, intasano la posta elettronica di email di insulti. È il cyberbullismo, un fenomeno in crescita: è infatti vittima di un cyberbullo uno studente su tre, soprattutto a scuola e durante l'anno della maturità. Lo dimostra una ricerca condotta ...
  10. L'educazione sessuale? Va insegnata a scuola

    Di , 08-05-2010 alle 12: 56
    L’educazione sessuale è come quella fisica: una materia scolastica da insegnare ai ragazzi per restare in salute. Per un corretto stile di vita non bere, non fumare, non drogarti, fai movimento, cura l’alimentazione e utilizza sempre metodi contraccettivi sicuri, pillola e preservativo.
    La Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) non ha dubbi: “In Italia una ragazza su tre non usa alcuna precauzione la sua “prima volta” e il 50% continua a non proteggersi neppure in ...
  11. Che ansia essere adolescente e ragazza!

    Di , 08-05-2010 alle 12: 55
    Che le ragazze siano più sensibili rispetto ai maschi nei confronti dei giudizi dei coetanei, soprattutto nel periodo della pubertà, è risaputo. Ora arriva una ricerca che supporta questa ipotesi, attribuendo per la prima volta dignità scientifica a una semplice opinione comune.

    LO STUDIO - I ricercatori del National Institute of Mental Health hanno effettuato un esperimento su 34 ragazzi e ragazze tra i 9 e i 17 anni, monitorandone l'attività cerebrale con una tecnica di risonanza ...
  12. Una buona relazione con la mamma protegge i bimbi dallo stress

    Di , 08-05-2010 alle 12: 54
    I ricercatori dell'IRCCS "E. Medea" - La Nostra Famiglia hanno dimostrato che una buona relazione mamma-bambino favorisce una migliore gestione dello stress, anche in bambini che, dal punto di vista genetico, sono maggiormente predisposti a mostrare un'iperattivazione dei sistemi biologici implicati nella risposta a stimoli stressanti. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica The Journal of Child Psychology and Psychiatry" ed è frutto della collaborazione tra l'Istituto ...
  13. Quando l'adolescente è a rischio devianza

    Di , 08-05-2010 alle 12: 52
    È inquietante fermarsi a riflettere ed al contempo rendersi conto di quanta violenza appartiene oggi al mondo degli adolescenti. In concomitanza con l'inizio delle scuole vorrei soffermarmi sugli atti vandalici che hanno riempito le pagine di cronaca dei giornali e che sono stati compiuti da giovani sostanzialmente per noia. La domanda che affiora alla mia mente, coperta da un velo di tristezza è: com'è possibile che in un'età in cui tutto dovrebbe essere vissuto con spensieratezza e gioia, ...
  14. Il pediatra sconsiglia TV a cena per i bambini

    Di , 08-05-2010 alle 12: 52
    "Cattiva maestra televisione"? Secondo una ricerca riportata dal Censis e condotta in dieci paesi europei su un campione di minori tra i 9 e i 16 anni, è emerso che i giovani intervistati dedicano circa quattro ore e un quarto al giorno al consumo dei media, soprattutto televisione. “Ecco perché i genitori dovrebbero scegliere, accuratamente, i programmi televisivi ed evitare che il mezzo crei dipendenza nei piccoli telespettatori”, spiega a SaluteOggi Gianni Biondi, direttore dell'Unità ...
  15. Gratta e Vinci. Boom fra i giovani, allarme dipendenza

    Di , 08-05-2010 alle 12: 50
    Ha tra i 17 e i 18 anni, è maschio, frequenta prevalentemente istituti professionali, risiede al Sud o nelle isole, gioca in media 10 euro al mese, predilige il "Gratta e vinci" e appare sempre più attratto dalle new slot. Non conosce però le regole che vietano il gioco ai minori, ma è pur sempre consapevole dei rischi da dipendendenza che il gioco può produrre.
    È l'identikit di uno dei 686mila studenti delle ultime due classi delle superiori che almeno una volta ha tentato ...
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima