Vendite crollano nel 2013

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

Vendite crollano nel 2013
Le vendite durante lo scorso Natale non sono state per nulla sufficienti a dare una boccata d’ossigeno ai commercianti. A dicembre 2013 l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio è calato dello 0,3% rispetto al mese di novembre.

Considerando i dati del quarto trimestre 2013, l’indice registra un calo dello 0,4% rispetto ai tre mesi precedenti.

In base ai dati resi noti dall’Istat, le vendite di beni alimentari a dicembre 2013, rispetto al precedente mese di novembre, scendono dello 0,5%, mentre quelle dei prodotti non alimentari risultano in flessione dello 0,3%.

Raffrontato con il mese di dicembre 2012, l’indice grezzo delle vendite registra una flessione del 2,6%, pari ad un -2,3% per i prodotti alimentari ed a un -2,7% per i beni non alimentari.

Si tratta del calo annuale più forte dal 1990.

Per quanto riguarda i canali di vendita, la grande distribuzione registra una diminuzione del 2,7%, mentre le aziende operanti su piccole superfici una flessione del 2,4%, sempre rispetto al mese di dicembre 2012.

Il totale delle vendite nel 2013 segnano un calo del 2,1% rispetto al 2012, a seguito della flessione dell’1,1% dei prodotti alimentari e del 2,7% dei prodotti non alimentari.

Altro che ripresa dei consumi.