Varato il decreto mille proroghe – Parte 1 –

Dopo numerosi rinvii ed una discussione più lunga del previsto in Parlamento e’ stato pubblicato sull’ ultima gazzetta ufficiale il decreto mille proroghe che contiene una serie di rinvii in scadenza, e che prorogano sino al 15 marzo 2011 o anche più in là in base alle esigenze. Il decreto si compone solo di 4 articoli ed i primi due elencano quali siano le proroghe effettuate a costo zero per l’ erario, mentre il secondo dice quali siano quelle onerose. In totale sono 72 voci, vediamo nel dettaglio quali sono le più importanti:

Abruzzo (articolo 2, comma 3). Per i terremotati dell’Abruzzo è sospesa la riscossione delle rate in scadenza tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2011.

Appalti. Viene prorogata sino al 31 marzo 2011 la possibilità per dimostrare quale sia il volume di affari realizzato attraverso lavori svolti in modo diretto o indiretto, del requisito di possedere tutte le dotazioni di sicurezza minime previste e dell’ adeguamento all’ organico medio .

Autotrasporto. Prorogato il cosiddetto eco bonus che garantisce contributi agli autotrasportatori in regola con la normativa per un stanziamento pari a 30 milioni di euro.

Banche popolari. Nessun socio può possedere oltre lo 0,5 per cento del capitale sociale , e la banca se vi sono sottoscrittori che eccedono tale limite devono comunicarlo. In ogni caso è prorogato sino al 31 marzo per vendere la quota eccedente lo 0,5 per cento in possesso dei privati. Superato tale termine sarà la banca ad acquisire il residuo oltre lo 0,5 per cento.

Benzinai. Confermata per tutto il 2011 la deduzione forfettaria dal reddito d’ impresa per gli esercenti impianti di distribuzione carburanti. Sarà l’ amministrazione finanziaria a stabilire quali siano i requisiti per fare in modo che tale categoria usufruisca dello stanziamento di 24 milioni di euro previsto.

Bonus maturità. Slitta ancora una volta la previsione di far partire in vantaggio ai test d’ ingresso delle facoltà universitarie gli studenti che hanno avuto un percorso scolastico migliore durante le scuole superiori. Il termine è stato fissato al 31 marzo 2011 per cui se l’ esecutivo vorrà potrà comunque far partire la riforma dall’ anno accademico 2011 2012.

Carta d’ identità. Slitta al 31 marzo l’ obbligo per tutti i documenti di identità di avere obbligatoriamente le impronte digitali ed una fotografia.

Crisi finanziaria. La banca d’ Italia potrà prorogare o addirittura estendere ogni linea di credito prevista per fare fronte agli obblighi del fondo monetario internazionale. Su tali prestiti verrà accordata dallo stato la garanzia di riscuotere sia gli interessi maturati che il capitale che viene impiegato.

Diritti e concessioni aeroportuali. Anche questo termine viene prorogato al 31 marzo 2011. In pratica slitta l’ aggiornamento dei diritti aeroportuali al tasso di inflazione, non essendo ancora sottoscritti gli accordi programma, i quali rappresentano la base per poter procedere all’ aggiornamento. Prorogate anche le concessioni delle gestioni degli aeroporti.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica