Unicredit tracollo in borsa in soli 3 giorni


unicredit crolla

Il titolo Unicredit perde oltre il 37%
Unicredit
è in caduta libera a Piazza Affari, -37% nelle ultime tre sedute, e proprio lunedì 9 gennaio, chiamerà gli azionisti alla sottoscrizione di un maxi aumento di capitale da 7,5 miliardi.

La capitalizzazione del secondo gruppo bancario italiano è ora crollata ai minimi, 8 miliardi di euro, dai 17 miliardi di soli quattro mesi fa e lontanissima dai 60 miliardi di quattro anni fa.

Attualmente il prezzo del titolo è sceso sotto i 4 euro per azione, ed è evidente la preoccupazione sia degli investitori che degli stessi risparmiatori.

Da sottolineare che la stessa Consob, ha deciso di aprire un’ indagine su presunte anomalie, relative proprio all’andamento del titolo nelle ultime sedute.

Questo notevole ribasso potrebbe essere spiegato, secondo alcune indiscrezioni provenienti da fonti di settore, dalla probabile uscita di un importante socio del gruppo, che detiene quote rilevanti, e deciso ad uscire “frettolosamente” prima dell’annunciato aumento di capitale.

Ovviamente si tratta di rumor da verificare, come quelle di un potenziale scalatore al gruppo bancario, e che quindi che avrebbe interesse ad abbassare quanto più possibile il prezzo del titolo.

Ne sapremo certamente di più lunedì all’apertura dei mercati finanziari, e dopo il previsto aumento di capitale da 7,5 miliardi.

Continua: Unicredit: aumento di capitale iniziato