Unicredit: aumento di capitale con Monte dei Paschi


unicredit aumento di capitale

Secondo alcune indiscrezioni di stampa, per l’aumento di capitale da 7,5 miliardi di euro di Unicredit, il consorzio si starebbe sempre più ampliando, arricchendosi di nuovi istituti.

Infatti alle attuali 14 banche, se ne sarebbero aggiunte altre 12. Tra i nomi maggiormente accreditati all’operazione, i più gettonati sono quelli di Monte dei Paschi, Equita sim, Intermonte, Banca Akros, Banca Carige e Banca Aletti.

Tra le banche estere, ci sarebbero invece Credit Agricole, Lloyds, Nomura, Bbva, Kbw e Mizuho Bank.

Inoltre ricordiamo che Mediobanca e Bank of America Merrill Linch guidano il consorzio costituito da: Banca Imi, Bnp Paribas, Deutsche Bank, Ubs, Hsbc, JP Morgan, Societe Generale, Ing, Rbc, Royal Bank of Sxcotland,Santander e Credit Suisse.

Nel frattempo è giunta la notizia della partecipazione alla ricapitalizzazione da parte della Fondazione Manodori. L’ente, che detiene il 3,679% dell’istituto milanese, ha deciso di sottoscrivere l’aumento di capitale di Unicredit con un esborso di 316 milioni di euro.

Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit, ha già fatto capire che l’operazione relativa al maxi-aumento è già partita, in quanto dai primi di gennaio si affronterà il tema del prezzo e quindi si cercherà di accelerare i tempi il più possibile.

Una cosa è comunque certa: dopo l’aumento di capitale, Unicredit sarà certamente una delle banche più solide e forti d’Europa.

Continua: Unicredit: aumento di capitale iniziato