Ubi Banca licenzia 1500 dipendenti

ubi banca

Ubi Banca ha reso noto ieri di aver deciso di procedere ad una revisione della struttura organizzativa, avente come obiettivo la semplificazione dell’operatività del gruppo.

Secondo quanto diffuso attraverso un comunicato, si punta a realizzar una struttura più snella e più consona alle esigenze del mercato, “anche mediante l´adeguamento del modello di servizio alla clientela”.

Entrando nel dettaglio, la riorganizzazione dell’istituto bancario si basa sulla riduzione dei costi annui, che sono stimati in oltre 115 milioni di euro a partire dal 2014, di cui circa 70 milioni già da attuare nel 2013, “tra minori spese amministrative e costo del personale”.

Per quanto riguarda la rete di filiali Ubi Banca, è prevista la chiusura o la vendita di 44 sportelli e la trasformazione di 78 in minisportelli, con una riduzione dell’organico che interesserà circa 1.500 dipendenti.

Questa operazione di ristrutturazione interna, prevede anche la riduzione di almeno il 20% dei costi relativi al management dell’istituto bancario, mediante la diminuzione del numero e dei compensi spettanti ai componenti degli organi della società.

Ubi Banca ha inoltre comunicato di voler procedere alla creazione di 46 punti operativiin grado di proporre un´offerta integrata al tessuto imprenditoriale tipico dei territori di riferimento del Gruppo“.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica