Tasse insufficienti debito pubblico record

debito-pubblico-record

Nonostante le maggiori tasse il debito pubblico del nostro paese è sempre più alto: a maggio 2013 è cresciuto di 33,4 miliardi di euro rispetto al mese precedente, raggiungendo il nuovo record a 2.074,7 miliardi di euro.

Lo ha reso noto la stessa Banca d’Italia che ha messo in evidenza che nei primi cinque mesi del 2013 le entrate tributarie sono state pari a 143,171 miliardi di euro, lo 0,7% in più rispetto all’analogo periodo del 2012.

Nel mese di maggio 2013 invece le entrate tributarie sono state pari a 30,1 miliardi di euro, in flessione del 2,2% rispetto a quelle di maggio 2012.

L’aumento del debito pubblico è dovuto principalmente alla crescita di 20,4 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro ed al fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche.

Entrando nel dettaglio dei primi cinque mesi dell’anno, l’aumento del debito pari a 86,1 miliardi di euro deriva dal fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche per 58,1 miliardi di euro e dalle maggiori disponibilità liquide del Tesoro per 28 miliardi di euro.

Da sottolineare che all’aumento del debito pubblico nei primi cinque mesi dell’anno ha contribuito anche, per 6,9 miliardi di euro, il sostegno ai paesi dell’area euro in difficoltà.