Stipendi aumenti di almeno 120€ dal 2014

cuneo-fscale-stipendi-aumenti-irap

Un piano da 5 miliardi per ridurre il cuneo fiscale: taglio all’Irap e ai contributi Inail pagati dalle imprese ed incremento delle detrazioni Irpef riguardanti le fasce medio-basse.

Un progetto che dovrebbe essere inserito nella Legge di stabilità in rampa di lancio a metà ottobre.

Secondo quanto trapela dai sindacati, tale operazione porterebbe i salari a crescere da un minimo di 120 ad un massimo di 300 euro.

Sarebbe una tantum ad essere concentrata in una sola mensilità invece che essere distribuita su tutto l’anno.

Abbassare il cuneo è uno degli obiettivi del governo Letta. Secondo gli ultimi dati Istat, il 46,2% del costo del lavoro pesa su ogni lavoratore per ben 14.350 euro.

I contributi sociali dei datori di lavoro risultano pari al 25,6% mentre il rimanente 20,6% è a carico dei lavoratori.

Oggi è previsto il primo incontro in merito tra l’esecutivo ed i sindacati, mentre nei giorni successivi sono programmati incontri con la categoria degli imprenditori.

L’ammontare dei 5 miliardi dovrebbe essere diviso a metà tra governo e imprese, con un alleggerimento dell’Irap per le aziende che assumono ed un taglio delle contribuzioni Inail, mentre per i lavoratori è in fase di studio un aumento delle detrazioni Irpef da 2,5 miliardi di euro.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica