Standard & Poor's declassa la Spagna

standard-e-poorsStandard & Poor’s ha annunciato di aver tagliato il rating della Spagna di ben due scalini, da BBB+ a BBB-.

E’ la stessa agenzia a renderlo noto, sottolineando che conferma un outlook negativo nei confronti del Paese iberico.

Il declassamento è stato motivato dalla profonda recessione che ha colpito il paese e che limita enormemente le azioni percorribili da parte del governo spagnolo, aventi lo scopo di sanare una situazione completamente deteriorata dalla crisi del debito sovrano e dalla stretta del credito.

Inoltre l’agenzia di rating americana è preoccupata anche per “il crescente malcontento sociale“.

Dal lato delle previsioni puramente economiche, il Pil spagnolo è previsto in ribasso dell’1,8% quest’anno e dell’1,4% nel 2013, e la ripresa per adesso appare ancora molto lontana.

A tutto ciò si aggiunge l’alto tasso di disoccupazione che non fa che crescere un preoccupante malcontento sociale.

Infine anche la situazione politica e l’integrità della Spagna non sono attualmente delle migliori, con diversi contrasti in atto tra il governo centrale e quelli regionali, in seguito anche ai numerosi tagli sulle comunità locali sempre più in maggiori difficoltà finanziarie.

Alla luce di tutto questo Standard & Poor’s guarda alle svolgimento delle prossime elezioni amministrative spagnole in un clima caratterizzato da una forte incertezza.

 

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica