Sofferenze bancarie record in aprile

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

 Sofferenze bancarie record in aprile

Continuano a crescere le sofferenze ed a calare i prestiti nel mese di aprile. È quanto emerge dal rapporto mensile dell’Abi.

Più in dettaglio, le sofferenze lorde in aprile sono cresciute di 2,1 miliardi di euro rispetto a marzo arrivando a toccare quota 191,6 miliardi di euro. Una crescita rispetto al mese di aprile 2014 pari a 25,1 miliardi di euro.

In rialzo anche il rapporto fra le sofferenze e gli impieghi pari al 10 per cento del totale, il valore più elevato degli ultimi venti anni.

Le sofferenze hanno raggiunto il 16,8 per cento per quanto riguarda i piccoli operatori economici (14,9 per cento ad aprile 2014), il 16,9 per cento per le imprese (14,2 per cento nel 2014) ed il 7,2 per cento per le famiglie consumatrici (6,5 per cento in aprile 2014).

Il rapporto fra sofferenze nette e gli impieghi totali è risultato pari al 4,56 per cento.

Per quanto riguarda i finanziamenti bancari a famiglie e imprese nel mese di maggio, sono stati prestati 1.403 miliardi di euro con un calo dello 0,6 per cento rispetto all’analogo mese dello scorso anno.

Infine dal rapporto dell’Abi si evince che il tasso sui mutui alle famiglie per l’acquisto di abitazioni è risultato pari al 2,68 per cento nel mese di maggio, in crescita dal 2,63 per cento rispetto al mese precedente.