Si perde per strada un litro di acqua su tre

acqua-persa-italia

Si perde per strada un litro di acqua su tre. La media nazionale è del 35%, ma si arriva anche a punte del 70%. Senza dimenticare la rete fognaria che non serve il 15% dei cittadini e depuratori insufficienti o inesistenti.

È quanto risulta dal Rapporto Generale sulle Acque di Federutility.

Sono circa 300 miliardi i metri cubi all’anno di precipitazioni, ma il nostro paese dispone di circa 50 miliardi di metri cubi di acqua dolce utilizzabile.

Circa la metà viene destinata per irrigare i campi, il 30% per la produzione industriale ed energetica ed il 20% per usi civili.

Il problema della forte perdita di acqua durante il percorso è dovuto ad infrastrutture carenti, mal gestite e prive di una corretta manutenzione.

Su 337mila chilometri di rete, sono 170mila da sostituire o riparare, in pratica oltre la metà.

Servirebbero investimenti per circa 60 miliardi di euro ma per ora tutto tace, soprattutto con riguardo alla domanda a chi spetta finanziare gli investimenti, la cui parte maggiore dovrebbe  venire dalla bolletta.

Notizia di oggi, sono molti i soggetti che non pagano l’acqua. Non parliamo soltanto di privati, ma anche, ad esempio, di enti locali: sono diversi infatti i comuni italiani morosi. Il classico “cane che si morde la coda”.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica