Saipem utile in calo (-59%) nel terzo trimestre

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

saipem-utile-terzo-trimestre

Saipem ha archiviato il terzo trimestre 2013 con i ricavi diminuiti dello 0,8% a 3.522 milioni di euro, ed un risultato netto sceso del 59% a 101 milioni di euro.

L’ebit è diminuito del 48,3% su base annuale a 209 milioni di euro.

Con riferimento ai primi nove mesi dell’anno Saipem ha registrato una perdita di 474 milioni di euro, a fronte dell’utile di 724 milioni di euro ottenuto nell’analogo periodo dello scorso anno.

L’indebitamento finanziario netto del gruppo a fine settembre 2013 è risultato pari a 5,02 miliardi euro, in aumento di 804 milioni di euro rispetto a fine dicembre 2012.

In calo anche il portafoglio ordini, che scende dai 19,74 miliardi di euro rilevati al 31 dicembre 2012, a 19,52 miliardi di euro. Nel mese di ottobre 2013 sono stati acquisiti nuovi contratti per complessivi 1,2 miliardi di euro.

Per quanto riguarda le previsioni per l’esercizio 2013, il gruppo prevede ricavi a fine anno pari a 12,5 miliardi di euro ed una perdita netta compresa nel range 300-350 milioni di euro.

Gli investimenti dovrebbero raggiungere circa 1 miliardo di euro.

Nel frattempo Saipem ha firmato il contratto per i lavori di costruzione per il gasdotto a mare South Stream, che collegherà la costa Russa del Mar Nero alla costa della Bulgaria.