Reddito famiglie cala in tutte le regioni

Reddito famiglie cala in tutte le regioni

Le famiglie italiane sono sempre più povere: negli ultimi 6 anni il reddito pro capite è diminuito del 13 per cento, con un perdita media di 18 mila euro a testa di ricchezza.

È quanto diffuso dell’Ufficio studi di Confcommercio.

Nel 2012 la ricchezza netta pro capite è tornata indietro di 10 anni, ai livelli del 2002, con una perdita di oltre 18.000 euro a testa.

Confcommercio ha evidenziato il notevole calo dei consumi (-4,2% nel 2013) dopo un 2012 già negativo,  con deboli prospettive anche per il 2014.

Dati confermati anche da quelli diffusi dall’Istat: nel 2012 il reddito disponibile delle famiglie è sceso in tutte le regioni italiane, registrando un calo medio dell’1,9 per cento.

Entrando nel dettaglio, il Mezzogiorno registra una flessione dell’1,6 per cento, il Nord-Est dell’1,8 per cento, il Nord-Ovest ed il Centro entrambi un calo del 2 per cento.

Le regioni dove i ribassi sono stati più vistosi sono la Valle d’Aosta e la Liguria (-2,8%). Nella classifica del reddito disponibile per abitante, pari a 17.600 euro come valore medio nazionale, in testa troviamo Bolzano (circa 22.400 euro) mentre all’ultimo posto la regione Campania (circa 12.300 euro).

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica