Recessione nel 2013


recessione italia 2013

Un nuovo periodo di recessione attende l’Europa, con in primis Italia e Spagna: è quanto reso noto da Standard and Poor’s, che prevede una rallentamento del Pil dell’area Euro dello 0,8% nel 2012 e una stagnazione nel 2013.

Lievi miglioramenti per Francia e Gran Bretagna e flessioni più marcate per paesi come Italia e Spagna.

Le stime per il nostro paese, da parte dell’agenzia di rating americana, sono di una flessione del Pil pari a -2,4% nel 2012, un -0,6% nel 2013 e una crescita dello 0,4% nel 2014.

Il tasso di disoccupazione nel 2012 è previsto al 10,7% rispetto all’8,4% del 2011, ed atteso all’11% nel 2013, per poi scendere nuovamente al 10% nel 2014.

Infine l’inflazione è stimata al 3% quest’anno, al 2% nel 2013 e allo 0,5% nel 2014.

Per quanto riguarda il Pil spagnolo, è atteso a -1,4% nel 2013 rispetto al -0,6% previsto soltanto due mesi fa.

Da sottolineare invece come le economie della Svizzera, della Svezia e del Belgio continuano a mostrare una certa stabilità e compattezza.

S&P prevede una ripresa graduale anche per i paesi emergenti dal 2013, con il Pil della Cina che dovrebbe avanzare tra il 7,5% e l’8,5%.

Continua: Standard and Poor's: Pil Italia -1,9% nel 2013





Lascia una risposta