Prestiti senza busta paga

Necessità non previste né programmate possono trovarci impreparati e per far fronte ad esse siamo spesso costretti a chiedere dei piccoli finanziamenti.
Ma come fare se non si possiede un lavoro fisso e di conseguenza una busta paga?
Nella maggior parte dei casi, infatti, per ottenere un prestito è necessario offrire all’istituto bancario cui ci si rivolge una solida garanzia, rappresentata quasi sempre proprio dallo stipendio.
Niente paura, però! Chi non è in grado di assicurare tale forma di garanzia può optare per un’alternativa.
Se è proprietario di un immobile, infatti, può utilizzarlo come garanzia o se questo è abitato da inquilini, è l’affitto a poter garantire la restituzione della somma ricevuta.
E se manca anche la proprietà di un’immobile?
In questo caso è possibile ricorrere alla figura del garante, un soggetto ritenuto affidabile e dalla posizione economica sicura, che interviene in caso di mancato pagamento o nei confronti del quale la banca può intervenire se il debitore non adempie la propria prestazione.
Le stesse forma di garanzia potranno essere utilizzate anche dai protestati che presentano una situazione molto più complessa rispetto ad altri soggetti.
Solitamente si ricorre alla cessione del quinto dello stipendio ma se questo manca, chi è segnalato nel registro dei protestati dovrà fornire garanzie molto solide quali proprio l’immobile di proprietà o la firma di un garante.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica