Prestiti rallentano, sofferenze in crescita

Banche: prestiti rallentano, sofferenze in crescita
Nel mese di gennaio peggiora il calo dei prestiti mentre  aumentano le sofferenze delle banche italiane. È quanto reso noto dalla Banca d’Italia.

A gennaio 2015 i prestiti al settore privato hanno registrato una contrazione dell’1,8 per cento su base annua. I prestiti alle famiglie sono diminuiti dello 0,5 per cento su base annuale, mentre quelli alle società non finanziarie sono calati del 2,8 per cento.

Sempre nel primo mese dell’anno il tasso di crescita delle sofferenze bancarie è stato del 15,4 per cento rispetto al 15,2 per cento del precedente mese di  dicembre.

Per quanto riguarda la raccolta, il tasso di crescita dei depositi bancari del settore privato è risultato  pari al 5 per cento a fronte del 4 per cento del precedente mese di dicembre. La raccolta obbligazionaria è scesa del 17,7 per cento nei dodici mesi.

I tassi sui mutui alle famiglie per l’acquisto di abitazioni è diminuito al 3,06 per cento dal 3,08 per cento del mese di dicembre, mentre quelli relative al credito al consumo sono aumentati dall’8,10 per cento all’8,71 per cento.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica