Prestiti famiglie e imprese si arresta caduta

Prestiti famiglie e imprese si arresta caduta

I prestiti bancari a famiglie e imprese, dopo oltre 30 mesi di valori negativi, a novembre registrano il miglior risultato dal mese di aprile 2012. È quanto reso noto dall’Abi, l’Associazione delle banche italiane.

Nello scorso mese il totale dei finanziamenti a famiglie e imprese ha registrato una variazione annua nulla a fronte di un -0,7 per cento sul mese precedente ed al più pesante -4,5 per cento di novembre 2013.

Per quanto riguarda la raccolta, sempre nel mese di novembre, l’Abi rileva che è scesa dell’1,5 per cento annuo a fronte  del -2,4 per cento di ottobre. I depositi della clientela sono cresciuti nel mese di novembre del 3,6 per cento mentre le obbligazioni sono diminuite del 13,4 per cento su base annuale.

Le sofferenze lorde sono cresciute nel mese di ottobre a quasi 179,3 miliardi di euro dai 176,9 miliardi di euro di settembre.

Il rapporto sofferenze lorde su impieghi è risultato pari al 9,5 per cento nel mese di ottobre rispetto il 7,7 per cento dello scorso anno.

Infine con riferimento ai tassi di interesse sui prestiti bancari a famiglie e imprese, sono diminuiti al 3,66 per cento dal 3,71 per cento di ottobre.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica