Prada in calo utile netto esercizio 2015


 Prada in calo utile netto esercizio 2015

Prada chiude il 2015 con un utile netto in calo del 26 per cento a quota 330,9 milioni di euro rispetto ai 451 milioni di euro del 2014. Sarà comunque distribuito il dividendo.

Prada ricavi

I ricavi consolidati del gruppo sono risultati pressoché in linea, a quota 3,54 miliardi di euro,  con l’anno precedente.

Il margine operativo lordo è stato pari a  803 milioni di euro mentre il risultato operativo a quota 503 milioni di euro.

Il consiglio di amministrazione della società quotata a Hong Kong ha proposto all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 11 centesimi di euro per azione, invariato rispetto al 2014.

Prada vendite

Le vendite retail del gruppo sono aumentate del 2,6 per cento a quota 79 milioni di euro, con un incremento del fatturato a cambi costanti del 5 per cento.

In crescita il Giappone del 3,9 per cento mentre il mercato cinese registra una flessione, a cambi costanti, del 16,1 per cento.

Positivo il mercato americano in rialzo del 5 per cento.

Per quanto riguarda i singoli marchi, Prada ha registrato vendite in crescita dell’1 per cento a quota 2.487,6 milioni di euro,  Miu Miu un rialzo dell’1,3 per cento e Church’s un incremento del 7,5 per cento, sempre a cambi costanti.

L’ad del gruppo, Patrizio Bertelli, ha commentato i risultati dello scorso esercizio sottolineando che il mercato del lusso è stato influenzato negativamente dalla estrema volatilità dei mercati finanziari e dalle tensioni geopolitiche in diverse aree del mondo.

Continua: Recordati utile netto esercizio 2015