Piazza Affari ed Europa in rosso

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

Borse-europee-profondo-rosso

Chiusura di giovedì pessima per i mercati europei dopo le notizie provenienti dagli Usa: la Federal Reserve ha infatti annunciato che ridurrà gli stimoli per la crescita Usa, con l’abbandono progressivo degli acquisti di bond fino ad eliminarli del tutto entro il 2014.

La conseguenza è una ondata di vendite che colpisce i listini di tutte le Borse europee, con Milano che cede il 3%.

Chiusura in forte calo infatti per Piazza Affari, con l’indice Ftse Mib che lascia sul terreno il 3,09% a 15.549 punti, il Ftse All Share cede il 2,94% a 16.524 punti, mentre il Ftse Italia Star registra un calo dell’1,72% a 12.361 punti.

Nel frattempo torna a salire lo spread, con il differenziale tra i Btp decennali e i Bund che oltrepassa i 290 punti base.

La Fed ha quindi confermato che si procederà ad una revoca graduale delle misure straordinarie per l’economia Usa, con Bernanke che ha dichiarato: “Potremmo cominciare a rallentare questo programma già nel 2013, ma tutto dipenderà dalle condizioni economiche e finanziarie”.

Per quanto riguarda le Borse asiatiche, pesanti le perdite delle principali quattro piazze finanziarie, con Tokyo che ha chiuso a -1,74%, Hong Kong a -2,64%, Shanghai a -2,34% e Seul a -2%.