Peugeot licenzia 3.300 dipendenti

peugeot licenzia

Peugeot Citroen è pronta a licenziare e seguire il programmato piano di taglio dei costi. E’ quanto reso noto, ai rappresentanti sindacali, dall’amministratore delegato Philippe Varin, sottolineando che si tratta di misure complementari ma che si rendono necessarie.

Varin ha annunciato che nei prossimi giorni sarà in programma anche una riunione del comitato centrale straordinario, per quanto riguarda lo stabilimento di Aulnay-Sous- Bois.

Ricordiamo che il gruppo francese, dopo aver approvato nel 2009 un piano industriale che prevedeva risparmi per 3,7 miliardi di euro, proprio lo scorso ottobre ha integrato un nuovo pacchetto supplementare di 800 milioni di euro per il 2012.

Nel frattempo sono già iniziate le manifestazioni di protesta davanti al sito di Aulnay, che sembra destinato alla chiusura dopo il 2014.

Lo stabilimento di Aulnay dà lavoro a circa 3.300 dipendenti, ed attualmente produce la Citroen C3.

E’ da tempo che l’amministratore delegato Varin parla di un esubero della produzione in Europa pari al 20%, a causa soprattutto della crisi del mercato europeo dell’auto, che soltanto nei primi cinque mesi di quest’anno ha registrato una flessione di oltre il 7%.

Ricordiamo che Peugeot nel febbraio scorso ha instaurato un’alleanza strategica con l’americana General Motors, grazie alla quale saranno realizzate nuove vetture che verranno commercializzate a partire dal 2016.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica