Ocse taglia stime pil Italia 2016


Ocse taglia stime pil Italia 2016

L’Ocse ha tagliato le stime sul pil dell’Italia per il 2016, previsto in crescita soltanto dell’1,3 per cento rispetto al +1,5 per cento della precedente rilevazione di giugno. L’organizzazione parigina ha rivisto invece lievemente al rialzo  le stime sul 2015 passando da un +0,6 per cento a un +0,7 per cento.

Il pil globale è aumentato lo scorso anno del 3,3 per cento. Nel 2015 è stimato in crescita del 3 per cento e nel 2016 del 3,6 per cento.

Per quanto riguarda il colosso della Cina, l’economia è prevista in miglioramento del 6,7 per cento nel 2015  e del 6,5 per cento nel 2016, dunque meno dell’incremento del 7,4 per cento registrato nel 2014.

In Brasile è stimata una contrazione dell’economia del 2,8 per cento nel 2015 e dello 0,7 per cento nel 2016.

Nell’area Euro le previsioni di crescita si attestano a un +1,6 per cento quest’anno ed a un +1,9 per cento nel 2016.

Le previsioni relative al 2015 risultano pressochè stabili per la Francia (+1 per cento), la Germania (+1,6 per cento)  e il Regno Unito (+2,4 per cento).

Infine l’Ocse ha tagliato le stime anche al Giappone (+0,6 per cento nel 2015 e +1,2 per cento nel 2016).

Continua: Ocse taglia Pil 2016 Italia