Ocse: pil Italia unico in calo nel G7

Ocse: pil Italia unico in calo nel G7

L’Ocse certifica che l’Italia è l’unico paese del G7 che nel corso del secondo trimestre ha registrato una flessione del Pil rispetto alllo stesso periodo del 2013.

L’economia italiana ha infatti registrato un calo dello 0,3 per cento. Bene invece la Gran Bretagna, con una crescita su base annuale del 3,2 per cento, e gli Stati Uniti, in rialzo del 2,4 per cento. Numeri invariati per il Giappone e rialzo dello 0,1 per cento per la Francia.

Ne deriva che il nostro paese, dal punto di vista tecnico, è nuovamente in recessione.

L’Ocse infatti rileva che l’economia del Bel Paese nel secondo trimestre ha subito una flessione dello 0,2 per cento rispetto ai primi tre mesi, quando aveva segnato già un -0,1 per cento.

Male anche il Giappone, in ribasso dell’1,7 per cento rispetto al primo trimestre, ed in territorio negativo anche la Germania, in calo dello 0,2 per cento.

Positivi invece i dati provenienti dal Regno Unito (+0,5 per cento) e dagli Usa, che segna una crescita nel trimestre dell’1 per cento.

Esaminando l’intera area Ocse si registra una crescita dello 0,4 per cento nel secondo trimestre, rispetto ad un +0,2 per cento nello stesso periodo dello scorso anno.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica