NYMEX: New York Mercantile Exchange


Introduzione

Il Nymex, acronimo che sta per New York Mercantile Exchange è senza dubbio il più vasto mercato di scambio di futures, oltre che una delle principali sedi per la commercializzazione di energia e metalli preziosi. Tra l’altro, è una piazza affaristica che si caratterizza anche per un importante primato: sono più di 135 anni che il New York Mercantile Exchange primeggia per la sua integrità e trasparenza nel trattare i prezzi. Le transazioni che si effettuano in questa sede sono in grado anche di evitare il rischio di default per la controparte: le principali contrattazioni si riferiscono all’energia, ai metalli, ai futures sui beni ambientali e ad alcune opzioni relative al sistema del commercio elettronico.

 

Cosa si scambia al Nymex

Il Nymex si riferisce ai mercati di scambio di materie come il greggio, il gasolio, la benzina, il gas naturale, l’elettricità, il propano, l’uranio, altri beni rinvenibili in natura, oro, argento, alluminio e platino, solo per citarne alcuni esempi. Molte varietà di opzioni che qui si possono commercializzare sono disponibili poi per diversi tipi di prodotti, tra cui le opzioni sul differenziale di prezzo tra il petrolio greggio e i suoi prodotti derivati (si tratta dei cosiddetti “crack spreads”), i futures su contratti mensili (meglio conosciuti negli Stati Uniti come “calendar spreads”) e le opzioni europee e asiatiche. In sostanza, stiamo parlando di prodotti che hanno sempre come fine ultimo quello di ridurre al minimo il rischio di default per la controparte, come prima accennato.

 

In che modo vengono gestite le contrattazioni

Solitamente, gli investitori che scelgono di affidare le proprie scelte di portafoglio al New York Mercantile Exchange sono attirati da caratteristiche come la liquidità eccellente che offrono le azioni e obbligazioni. I prezzi relativi alle quotazioni di questo mercato sono spesso utilizzati come riferimento sia dagli acquirenti che dai venditori che operano nelle piazze che scambiano materie come l’energia e i metalli preziosi e meno preziosi. Bisogna anche precisare che i prezzi dei contratti futures rappresentano una sorta di opinione collettiva e corrente del mercato in cui appaiono i prezzi principali. Questo tipo di opinione, e la direzione in cui si spingono i prezzi stessi, può anche modificarsi nel breve volgere di un istante: una caratteristica questa che rende gli scambi del Nymex una vera e propria sfida, potenzialmente rischiosa.

 

Un mercato aperto

Il New York Mercantile Exchange è un mercato pubblico, quindi ciascuno può giocare un ruolo importante: la partecipazione, in questo senso, non presenta grosse difficoltà, anche se sono richiesti alcuni piccoli requisiti. Il primo passo da muovere riguarda la scelta del giusto broker di riferimento. Questa scelta è fondamentale in qualsiasi tipo di mercato e ancor di più nel Nymex. Esso rappresenta il punto di riferimento degli investitori, il soggetto che consente di selezionare con cura e diligenza i servizi finanziari con cui relazionarsi. Una volta scelto il broker di riferimento, bisogna poi applicare le proprie teorie di investimento al mercato. Come è possibile fare ciò? Gli scambi all’interno del Nymex rappresentano una sfida intellettuale e strategica per coloro che vogliono assumersi un rischio relativamente elevato; molti sono gli strumenti finanziari da usare in questo senso, i quali rendono questa piazza uno dei mercati più flessibili per i partecipanti. La maggior parte delle contrattazioni hanno luogo attraverso il trading online: il Nymex fornisce, tra l’altro, la piattaforma di scambio in due versioni. Resta comunque il fatto che tutti coloro che effettuano commercializzazioni di titoli all’interno del mercato, ne sono anche membri. Per quel che riguarda le opzioni e i futures sull’energia e sui metalli sono disponibili anche in questo caso altre due piattaforme, le quali consentono di rendere attive tutte le contrattazioni per ben 23 ore al giorno. Il trading online può essere avviato solamente nel caso ci si è registrati come utenti del servizio elettronico del Nymex.

 

Gli obiettivi di speculatori e detentori di hedge funds

I detentori di hedge funds e gli speculatori, anche definiti investitori in senso stretto, perseguono nell’ambito del Nymex due diversi obiettivi, uno dei motivi che spiega perché la presenza di una delle due categorie fa da complemento all’altra. Gli hedgers non tendono necessariamente al profitto per quel che riguarda i futures: essi utilizzano i futures per favorire la stabilizzazione dei redditi o dei costi delle loro operazioni. Un guadagno o una perdita nei mercati dei futures contraddistingue solitamente una perdita o un guadagno nel mercato per il bene fisico preso a riferimento. Al contrario, gli speculatori hanno come fine ultimo del loro operato proprio il profitto dai movimenti del mercato: comunque, per ogni speculatore che cerca di trarre profitto da un rialzo del mercato ci sono anche coloro che credono di poter guadagnare anche da un ribasso. Molti di questi speculatori non cercano di sospingere in ogni direzione il mercato, ma seguono il trend, adattando ai periodi e alle congiunture economiche le loro transazioni.

 

 

 

 

 

SIMONE RICCI

Continua: Commodity negoziabili





Lascia una risposta