Non si rinuncia alla bellezza

bellezza-cosmetici-italia

Nel 2012 gli italiani hanno speso 9,6 miliardi di euro per cosmetici e prodotti per l’igiene personale, in ribasso dell’1,8% rispetto al 2011, ma comunque considerato un risultato “buono” visto il periodo di forte crisi.

È quanto emerge dal Rapporto Annuale del Centro studi di cosmetica Italia.

Dall’indagine si evince che gli italiani continuano a spendere per trucchi, prodotti solari, creme e smalti, ma cresce sempre di più l’attenzione al risparmio.

In aumento del 4% le vendite per corrispondenza e quelle in erboristeria, mentre calano gli acquisti in farmacia (-1,8%) ed in profumeria (-4%).

Le spese per il parrucchiere sono risultate in calo del 6% e quelle per l’estetista del 5%.

Aumentano gli acquisti su Internet, con una crescita di ben il 20%.

Il rapporto evidenzia che nel 2012 i prodotti più comprati sono stati i fondotinta e le creme colorate, seguiti dai correttori e fard.

Senza dimenticare rossetti e lucidalabbra, le cui vendite sono risultati in crescita dello 0,5% per una spesa complessiva di 185,6 milioni di euro.

Scendono del 2,1% gli acquisti per i prodotti per il corpo anche se è un mercato che ha registrato un fatturato di 1,36 miliardi nel 2012.

Calano del 2,2% le spese per bagni e doccia-schiuma, pari a 458 milioni di euro.

Prodotti per i capelli in ribasso del 9,1%, mentre sono gli uomini quelli che rinunciano all’estetica sempre di più, con una riduzione di fatturato del 7,1% a 192 milioni di euro.

 

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica