Nokia in vista licenziamenti per 3500 lavoratori

JobWantedNokia, la famosa ditta svedese, sempre più in competizione con l’Apple e con i produttori che si servono di piattaforma Android, sarebbe pronta a licenziare circa 3500 lavoratori in tutto il mondo per snellire la propria struttura e renderla più dinamica, in base al piano programmatico, già presentato il 27 aprile.

La società starebbe anche pensando di chiudere il suo stabilimento di Cluj in Romania, entro la fine del 2011, preferendo le sedi asiatiche, dove i processi di lavorazione sono meno costosi. Dopo aver ristrutturato le divisioni Smart Devices e Mobile Phone, toccherà ora alla divisione Location & Commerce. Intanto inizieranno le consultazioni anche in altre sotto-divisione come quelle Sales, Marketing e Corporate Functions.

Molti ritocchi subiranno anche gli stabilimenti, in Finlandia, in Ungheria e nel Messico e quindi probabilmente ci saranno altri licenziamenti nel 2012. Sono previste anche ripercussioni nei centri di sviluppo di Berlino, Boston e Chicago, mentre, molto probabilmente, verranno chiusi quelli di Bonn e Malvern.

Secondo il Ceo, Stephen Elop, in questo modo Nokia diverrà “più dinamica, agile e competitiva” ma sotto la sua guida, i profitti della società non hanno fatto altro che precipitare, quindi, potrebbe anche essere che il Ceo faccia la fine di Apotheker, recentemente congedato da HP.

Intanto ancora poco si sa del primo fantomatico smartphone Nokia con piattaforma Windows phone 7,5 Mango che dovrebbe chiamarsi Sea Ray ed essere uno smartphone di fascia alta, che dovrebbe uscire verso la fine dell’anno, durante il periodo natalizio e che speriamo, risollevi le sorti della gloriosa società.

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica