Mediaset in crisi, arrivano altri tagli

MediasetMediaset rivede il piano di risparmi triennali presentato la scorsa estate, pari a 250 milioni di tagli, incrementandolo fino a 400 milioni di euro, a causa della crisi macroeconomica, che ha influito in modo negativo sulla raccolta pubblicitaria del gruppo, calata del 10% nel primo semestre del 2012.

Da sottolineare che un ulteriore taglio delle spese era atteso dagli analisti, ma non nella misura annunciata di 150 milioni di euro.

Proprio la scorsa estate Mediaset aveva annunciato il taglio di 250 milioni di euro di risparmi, di cui 150 milioni di tagli alle spese operative e 100 milioni agli investimenti, ma non è bastato.

Inoltre secondo gli analisti, l’adozione di questi ulteriori tagli non sarebbero ancora sufficienti, a causa delle prospettive fortemente negative della raccolta pubblicitaria e dell’andamento della pay tv, per la quale si stimano perdite operative nel 2012 pari a circa 68,5 milioni di euro.

Nel frattempo c’è grande preoccupazione tra i dipendenti Mediaset, in stato di agitazione, dopo che l’azienda del biscione ha reso noto di voler “esternalizzare” il personale tecnico di tutte le sedi regionali del gruppo Mediaset: in pratica si tratta della cessione di un comparto dell’azienda, che comprende 74 dipendenti della società Videotime.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica