Maserati e Ferrari vendite in calo negli Usa

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

Maserati e Ferrari vendite in calo negli Usa

Maserati e Ferrari chiudono il mese di gennaio registrando una flessione delle vendite negli Stati Uniti, con la prima in calo del 20,3 per cento su base annua a 452 auto mentre la Rossa del 6,5 per cento a 174 vetture.

Dopo un periodo di forte crescita grazie al successo riscosso dalle nuove Quattroporte e Ghibli, arriva pertanto la prima battuta d’arresto per Maserati.

Ricordiamo che nel 2014 il “Tridente” ha incrementato le vendite negli Stati Uniti del 171,4 per cento a 12.942 unità rispetto le 4.768 vetture commercializzate nel 2013.

Fiat Chrysler Automobiles ieri ha inoltre pubblicato i dati del quarto trimestre, chiuso con un utile netto di 669 milioni di dollari a fronte di 1,62 miliardi dell’analogo periodo del 2013.

I ricavi netti di Fca sono invece cresciuti da 21,2 miliardi a 22,94 miliardi di dollari.

Il margine operativo lordo è diminuito da 1,813 miliardi a 1,759 miliardi di dollari e l’utile operativo da 1,071 miliardi a 985 milioni di dollari.

L’utile netto rettificato del gruppo italo americano è risultato in crescita del 31 per cento a 2,4 miliardi di dollari  mentre l’indebitamento industriale netto è salito a 1,8 miliardi di dollari.