Legge di Stabilità, principali misure 2015

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

Legge di Stabilità, principali misure 2015
Una manovra di circa 35 miliardi di euro ha avuto il via libera della Camera. Ecco di seguito le principali novità contenute nella legge di stabilità 2015.

Innanzitutto il bonus di 80 euro diventa effettivo e strutturale per i lavoratori dipendenti, uno sconto per coloro che percepiscono un reddito fino a 26.00 euro.

Congelati i tetti per Imu e Tasi, come anche per il Canone Rai a 113,5 euro.

I lavoratori dipendenti potranno richiedere l’anticipo relativo al trattamento di fine rapporto in busta paga, ed inoltre è stata prevista l’intera deducibilità dalla base imponibile Irap del costo del lavoro.

Per quanto riguarda i lavoratori autonomi, è stato introdotto un credito d’imposta del 10% sull’Irap.

Dal 2015 e per 36 mesi sarà possibile beneficiare di sgravi contributivi per tutti i nuovi assunti a tempo indeterminato (tetto massimo 8.060 euro).

Con riferimento al cosiddetto Bonus bebè, previsto un assegno di 80 euro al mese per i primi tre anni di vita del neonato con Isee non superiore a 25.000 euro annui, mentre se inferiore ai 7.000 euro annui l’importo del bonus raddoppia.

Ancora “congelati” per il 2015 gli stipendi dei dipendenti della pubblica amministrazione.

Previsti infine incentivi del 65% per quanto concerne i lavori antisismici e per le ristrutturazioni aventi come finalità il risparmio energetico.