Italiani sempre più poveri e pessimisti

 Italiani sempre più poveri e pessimisti

Un italiano su due afferma di non riuscire più ad arrivare alla fine del mese, e quattro su dieci vorrebbero uscire dall’euro e tornare alla lira. È quanto emerge dall’ultimo rapporto Eurispes.

Dopo sette anni di crisi,  l’Italia è inoltre fra i paesi europei che ha registrato la più elevata caduta del potere d’acquisto, con una sempre maggior numero di coppie costrette a ricorrere all’aiuto dei genitori per tirare avanti.

Sempre secondo l’Eurispes, la crisi non intacca però la grande passione degli italiani per l’utilizzo degli smartphone, prodotti hi-tech e social network. Il telefonino di nuova generazione è presente nel 67 per cento delle famiglie, mentre il 64 per cento possiede un pc. La presenza su Facebook raggiunge picchi altissimi: il 95,7 per cento del campione è attivo sul social di Mark Zuckerberg.

Dal punto di vista economico, aumenta il ricorso agli outlet ed ai discount ma si compra sempre meno, anche durante i saldi.

Il 73 per cento di chi ha un mutuo ha difficoltà a pagare le rate, mentre il 69 per cento delle famiglie in affitto non riesce ad arrivare alla fine mese.

Infine il partito degli euro-delusi: il 40 per cento del campione vorrebbe ritornare alla lira.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica