Italia esce dal G8, la Russia ci supera

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

italia-g8-russia

L’Italia  continuerà a partecipare al G8 nel 2014 ma con profonda differenza: per dimensioni dell’economia non ne farà più legittimamente parte.

È quanto risulta dalla classifica redatta dal Fondo monetario internazionale sul Pil e riportata dal quotidiano “LA REPUBBLICA”.

L’Italia scende quindi al nono posto per Prodotto interno lordo (Pil), parteciperà al G8 ma praticamente sarà fuori per quanto concerne le dimensioni del fatturato.

Prima del 2000 eravamo la sesta potenza al mondo, superati prima dalla Cina e poi dal Brasile. Quest’anno tocca alla Russia.

Secondo le stime, nei prossimi 5 anni l’Italia sarà fuori anche dalla top ten, scavalcata dal Canada e dall’India e scenderà all’undicesimo posto.

Il Fondo monetario internazionale ha evidenziato che il Pil della Federazione russa alla fine del 2013 sarà pari a 2.068 miliardi contro 2.117 del nostro paese.

Il Brasile oltrepassa 2.190 miliardi, mentre si avvicinano il Canada e l’India.

Sempre in base ai dati del Fmi, un paese come la Cina dal 1980 è cresciuto di 29 volte, l’India 9 volte e gli Stati Uniti 5,8.

Sotto questo aspetto l’Italia è comunque in linea con altri paesi del Vecchio Continente quali Francia, Germania o Gran Bretagna, che nel corso degli ultimi 40 anni hanno visto l’economia moltiplicarsi soltanto per quattro volte.