Istat: deficit al 3% nel 2013

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

Istat: deficit al 3% nel 2013

Il rapporto deficit-Pil nel 2013 è risultato pari al 3%: è quanto diffuso dall’Istat.

Lo stesso istituto di statistica evidenzia che, non considerando le operazioni sui derivati, il rapporto sarebbe pari al 2,8%, in flessione di 0,1 punti percentuali rispetto al 2012.

Con riferimento al quarto trimestre 2013, l’indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche rapportato al Prodotto interno lordo è risultato pari all’1,1%, più basso di 0,4 punti percentuali rispetto all’analogo trimestre del 2012.

Con riguardo invece al saldo primario, sempre nel quarto trimestre del 2013, è risultato positivo per 16.765 milioni di euro.

L’incidenza dell’avanzo sul Prodotto interno lordo è risultato pari al 4,1%, in calo di 0,1 punti rispetto allo stesso trimestre del 2012.

Il saldo corrente, sempre nell’ultimo trimestre del 2013,  è risultato pari a 5.003 milioni di euro a fronte dei 9.153 milioni dell’analogo periodo dello scorso anno, registrando una incidenza sul Pil dell’1,2%.

La pressione fiscale è diminuita di 0,3 punti percentuali, pari al 51,5%, nel quarto trimestre del 2013, sempre rispetto al precedente anno. L’Istat tiene a sottolineare che negli ultimi tre mesi dell’anno la pressione fiscale risulta sempre più elevata.  La media annua per il 2013 è pari infatti al 43,8%.