Intesa Sanpaolo utile secondo trimestre

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

intesa sanpaolo

Intesa Sanpaolo ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto pari a 470 milioni di euro, in ribasso del 41,5% rispetto ai primi tre mesi d’anno.

Il conto economico trimestrale ha registrato ricavi per 4,13 miliardi di euro, in flessione del 14,2% rispetto al primo trimestre 2012, con interessi netti pari a 2,43 miliardi di euro, in diminuzione del 2,8%.

Il settore trading passa da 716 milioni del primo trimestre a 161 milioni di euro nel secondo, mentre il risultato dell’attività assicurativa risulta in netto calo a 195 milioni di euro.

Gli oneri operativi sono risultati pari a 2,24 miliardi di euro, con una crescita dell’1,6%, e il risultato della gestione operativa è stato pari a 1,88 miliardi di euro, con un ribasso del 27,6% rispetto al primo trimestre.

Per quanto riguarda i crediti verso clienti, sono diminuiti dello 0,5% a 375 miliardi, invece i crediti deteriorati sono aumentati del 15% a 26,1 miliardi di euro.

Il complesso degli accantonamenti e delle rettifiche a giugno è cresciuto fino a 1,15 miliardi, rispetto a 1,07 miliardi dei primi tre mesi dell’anno.

Sul fronte patrimoniale il Core Tier 1 è cresciuto al 10,7% a giugno, rispetto al 10,1% registrato al 31 dicembre 2011.