Intel trimestrale con taglio dipendenti


Intel trimestrale con taglio dipendenti

Intel ha chiuso il primo trimestre del 2016 con una crescita del fatturato e un utile pressoché stabile rispetto al 2015. Nel contempo annunciato il piano di ristrutturazione per il gruppo, con un taglio di circa 12.000 dipendenti a livello globale.

Intel risultati primo trimestre

Nei primi 3 mesi del 2016 Intel ha registrato un fatturato in crescita del 7 per cento a quota 13,7 miliardi di dollari rispetto all’analogo periodo del 2015.

L’utile operativo è risultato pressoché invariato a 2,6 miliardi di dollari. Stabile anche l’utile netto trimestrale a quota 2 miliardi di dollari.

Il margine operativo lordo è sceso dal 60,5 per cento al 59,3 per cento.

Vendite soluzioni Pc e notebook

La divisione Client Computing ha registrato vendite in rialzo del 2 per cento a quota 7,5 miliardi di dollari rispetto al primo trimestre del 2015.

Le vendite per quanto concerne le soluzioni per desktop sono scese del 4 per cento e per notebook del 2 per cento.

Il Data Center Group ha invece registrato una crescita del fatturato del 9 per cento a quota 4 miliardi di dollari.

Le stime di Intel per il trimestre in corso prevedono un fatturato di 13,5 miliardi di dollari e un margine ebitda in crescita al 61 per cento.

Continua: Intel bilancio trimestrale