Incostituzionale essere pagati 5 euro all’ora

sentenzaIl tribunale di Torino si e’ espresso con una sentenza molto chiara: essere pagati meno di 5 euro l’ora è una violazione della costituzione, piu’ precisamente dell’articolo 36.
La vicenda nasce dal contratto di una lavoratrice della provincia di Torino, una donna socia di una cooperativa: una paga da 4,86 euro l’ora, domeniche e festivi pagati sempre la paga base, per uno stipendio netto mensile di 600 euro senza quattordicesima ne tredicesima.
Il contratto, su cui si basava l’assunzione della donna, era quella collettivo nazionale Unci – Cnai: da oggi pero’ dovra’ essere rivisto, perche’ il tribunale di Torino ha emesso la sentenza di “atto incostituzionale”, lesivo per la diginita’ della persona, violando l’articolo 36 della costituzione che dice

Il lavoratore ha diritto a una retribuzione proporzionata alla quantità e alla qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa

Le coop ora tremano, questa sentenza mette in dubbio il contratto nazionale che fino ad oggi aveva regolamentato i lavoratori del settore: le coop, grazia a salari ridotti rispetto alle aziende private, potevano offrire prodotti uguali a un prezzo molto piu’ basso.
Da oggi qualcosa potrebbe cambiare, sia per i lavoratori (che verranno retribuiti in modo piu’ dignitoso) sia per le aziende concorrenti, che avranno qualche possibilita’ in piu’ di vedere i loro prodotti