Incassi record per i giochi: + 24% nel 2011

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

gratta e vinci

E’ risaputo: gli italiani vanno pazzi per il gioco. Soltanto nel 2011 hanno speso 76,5 miliardi di euro in giochi e scommesse, incassandone 57,5 in vincite, mentre lo Stato ha incassato 9,3 miliardi di euro.

I dati sono stati resi noti da Agipronews, agenzia di stampa specializzata nel settore “giochi e scommesse”.

La raccolta del 2011 fa registrare una crescita del 24,3% rispetto all’anno precedente: gli incassi sono aumentati rispetto al 2010 di 15 miliardi di euro.

Da evidenziare che il 2011 è stato anche l’anno dei giochi online: poker, casinò, scommesse e moltissimi altri giochi, hanno generato un volume di quasi 10 miliardi di euro, e quindi più che raddoppiata la raccolta del 2010, che era stata di 4,8 miliardi.

Questo ottimo risultato dei giochi online, è dovuto soprattutto al debutto, il 18 luglio scorso, del poker cash e dei giochi da casinò, che hanno subito conquistato i giocatori del Bel Paese.

Da sottolineare che con 41,5 miliardi, le New Slot e le Videolotteries registrano il 54,2% degli incassi totali, con un incremento di circa 10 miliardi rispetto allo scorso anno.

Inoltre da evidenziare che tra i giochi tradizionali, l’incremento percentuale più elevato è del Lotto, grazie anche al numero 29 sulla ruota di Palermo che non esce da ben 150 estrazioni.

Infine in controtendenza il Superenalotto, che riduce la raccolta del 27%.