“Il lavoro rende liberi”: conduttrice radio licenziata

il lavoro rende liberi, licenziato

“Il Lavoro rende liberi” e perde il posto. E’ stata questa la infelice frase pronunciata da una conduttrice di una radio tedesca che ha causato un polverone e divenuto uno scandalo in Germania.

Numerose infatti le proteste degli ascoltatori, al quale è seguito il licenziamento della conduttrice.

Andiamo a scoprire cosa è accaduto nel dettaglio: la 39nne dipendente dell’emittente bavarese “Gong”, durante l’ultimo sabato di luglio, era “uscita” in diretta con la frase incriminata, pronunciata con l’obiettivo di consolare quegli ascoltatori che erano costretti a lavorare anche nel weekend.

Ricordiamo che la frase era la stessa che si poteva leggere all’ingresso dei lager nazisti, diventata poi un simbolo delle crudeli violenze nei campi di concentramento.

Immediate e numerose le proteste degli ascoltatori, con anche alcune denunce presso la procura di Monaco, la quale sta indagando per incitamento all’odio razziale.

L’amministratore dell’emittente readiofonica, Georg Dingler, ha dichiarato che la conduttrice “non ha pensato a quel che stava dicendo. A un certo punto la frase era stata pronunciata. E non c’era più niente da fare“.

Ed ovviamente in Germania la faccenda non poteva passare in secondo piano.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica