Il futuro dell'impresa è donna

Il futuro dell'impresa è donna

Il futuro è delle donne imprenditrici. In base all’ultimo rapporto del Censis, le donne italiane si stanno facendo sempre più largo nel mondo dell’impresa.

In base ai dati, l’86% delle imprese femminili è sorto dopo il 1990 ed oggi rappresentano ben il 23,6% di tutte le aziende iscritte alle Camere di Commercio.

Una solida prospettiva per il mercato del lavoro, anche se gli ostacoli da superare sono ancora parecchi.

È sufficiente infatti constatare che, ad esempio, nei Consigli delle Camere di Commercio solo 280 donne sono consiglieri, su un numero complessivo di 2.754, pari al 10,2%.

Il 69% delle imprese femminili ha meno di un addetto ed il 60% sono aziende individuali.

Il 28,7% delle imprese femminili opera nel commercio, il 16,2% nell’agricoltura, il 9,2% nei servizi   di ristorazione e l’8% nelle attività manifatturiere.

In crescita del 3,1% le cooperative in cui il capo è donna, esattamente aumentate di 923 unità.

Oltre alle imprese al femminile, crescono le donne occupate come dipendenti ed anche le professioniste, in aumento del 3,7%.

Il Censis ha sottolineato che le donne nel corso degli ultimi anni hanno registrato una notevole capacità di resistenza, innovazione, adattamento difensivo, rilancio e cambiamento.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica