I poveri in Italia raddoppiati in 5 anni

povertà-italia-raddoppiata

È raddoppiato il numero di italiani che che dall’inizio della crisi si trova nella condizione di povertà assoluta: 4,81 milioni di individui che non riescono a comprare beni e servizi primari per vivere.

È stata la Coldiretti a renderlo noto, sulla base dei dati Istat riferiti agli ultimi 5 anni di forte crisi del paese.

Nel Nord Italia si è registrata una crescita del 105%, al Sud del 90%, mentre la situazione peggiore  nel Centro Italia, con un rialzo del 112%.

La Coldiretti ha sottolineato che 2,35 milioni di cittadini sono in difficoltà nel Sud del paese, 1,78 milioni nel Nord e 684mila nel Centro Italia.

Nel corso degli ultimi cinque anni sono entrati in una condizione di povertà assoluta 3,4 milioni di persone.

Complessivamente oggi oltre un italiano su dieci (11,3%) si trova in questa difficilissima situazione.

Il 16,6% degli italiani non riesce a garantirsi una pasto adeguato almeno una volta ogni due giorni.

Coldiretti ha sottolineato che la crisi ha fatto arretrare il valore della spesa alimentare ai minimi degli ultimi venti anni.

Nel primo semestre del 2013 molte le famiglie italiane che hanno risparmiato sul cibo: olio di oliva extravergine (-10 %), pesce (-13%),  pasta (-10%) latte (-7%), carne (-2%), per un taglio complessivo del 4%.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica