Goldman Sachs promuove il titolo Fiat

Autore:
Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

fiat-logo.30.jpgGoldman Sachs promuove il titolo Fiat, inserendolo nel paniere delle azioni da comprare, con un target al rialzo ad 1 anno fino a 8,4 euro.

La comunicazione arriva qualche giorno dopo la presentazione del gruppo, da parte di Sergio Marchionne, al Bank am Bellevue seminar in Svizzera.

Durante il meeting elvetico, Marchionne ha ribadito che innanzitutto l’integrazione Fiat-Chrysler, oggi realizzata nella misura del 20%, procede a gonfie vele, tanto che a fine 2012 l’unione sarà realizzata al 50%.

Inoltre l’amministratore delegato ha confermato anche il raggiungimento dei target finanziari per il 2011.

Con riferimento all’intero comparto, l’analista Stefan Burgstaller ha evidenziato che il settore attualmente si trova in condizioni finanziarie e operative migliori di quelle del 2007.

Da ciò la convinzione che da qui fino al 2014, la crescita di Fiat-Chrysler potrà darà risultati migliori di quanto stimato dal mercato.

Infatti l’ebitda del gruppo nel 2012 sarà pari a 4,2 miliardi: il 34% superiore a quanto stimato da Reuters.

Inoltre alle quotazioni attuali, Fiat presenta un rapporto Ev/fatturato del 26% ed un rapporto prezzo/utili pari a 3,2 volte.

Proprio in base a queste valutazioni, Goldman Sach prevede un target price di 8,4 euro.

Una cosa è certa: la strategia della Fiat di Marchionne, negli USA riscuote notevoli consensi, al contrario del nostro paese, dove il gruppo è sempre più criticato per le sue decisioni logistiche.