Goldman Sachs alza rating delle banche europee

Autore:
Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

goldman sachs

Goldman Sachs ha modificato la sua precedente valutazione, ed ha portato il rating del settore bancario europeo da “underweight” a “neutral”.

Lo scorso 30 novembre Goldman Sachs aveva abbassato il rating, evidenziando che la grave crisi europea non era al termine, ed era prevista ancora in peggioramento.

E dieci giorni fa questo downgrade era stato spiegato dalla notevole lentezza della crescita in Europa e dall’eccessivo calo della domanda di prestiti alle imprese, oltre ovviamente all’aumento dei prestiti in sofferenza.

Goldman Sachs ora evidenzia che le nuove modalità di finanziamento stabilite dalla Bce, dovrebbero riuscire a diminuire gli effetti della crisi economica sugli istituti di credito del Vecchio Continente.

Per questo motivo gli analisti di Goldman Sachs evidenziano che le misure che sono state prese nei giorni scorsi dalla Bce, in accordo con le banche centrali di ciascun paese, sono una precisa risposta al problema ed alle preoccupazioni sui finanziamenti agli istituti di credito.

E’ necessario sottolineare che tra le misure adottate, vi è la riserva obbligatoria che passa all’1%, sono previste due aste a 36 mesi a tasso fisso, inoltre viene concessa alle banche la possibilità di fornire alla Bce, titoli Abs garantiti da attivi bancari.

Ora si attendono altri interventi da parte della Bce, come quello relativo alla disponibilità dei prestiti.