Germania nuova meta dei lavoratori

germania-lavoroE’ la Germania la nuova meta dei lavoratori dei paesi dell’Europa in crisi: nel 2012 sono stati quasi 33mila coloro che hanno lasciato il proprio paese per sbarcare in terra teutonica.

Infatti è stato reso noto che su circa 416mila nuovi posti creati lo scorso anno in Germania, quasi il 10% sono stati occupati dai nuovi immigrati provenienti soprattutto da Grecia, Spagna, Portogallo e Italia.

Per quanto riguarda i cittadini italiani, sono stati circa diecimila i lavoratori che hanno lasciato il Bel Paese ed hanno trovato un posto in Germania nel corso del 2012, arrivando a toccare quota 253mila di nostri connazionali residenti nel paese di Angela Merkel.

Da sottolineare inoltre che la fuga verso la Germania, nel breve termine, non sembra che sia prevista in rallentamento: basti pensare che in Spagna e Grecia il tasso di disoccupazione ha oltrepassato il 25%, con una disoccupazione giovanile che registra un preoccupante tasso del 50%, in pratica un giovane su due non lavora.

Anche in Italia la situazione non è delle migliori, in quanto coloro che sono senza lavoro sono in costante aumento, con un tasso disoccupazione cresciuto su base annua di 2,3% all’11,1%, mentre in Portogallo è arrivato a toccare il 15,7%.

In Germania invece il numero dei disoccupati rimane fermo al 6,9%.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica