Futuro del lavoro algoritmi e intelligenza artificiale


Come sarà il lavoro del futuro? L’uomo verrà sostituito dalle macchine e dagli algoritmi? Cosa faranno bot e robot con l’evoluzione delle AI?

robot-algoritmo

Tecnologie, algoritmi, internet, robot e bot, cambieranno la nostra vita.

Futuro del lavoro algoritmi e intelligenza artificiale

In realtà il cambiamento è in pieno divenire, basta rivolgere lo sguardo alle startup, guardarci intorno vedere dove una volta c’era un uomo a fare un qualcosa e dove ora invece ci sono macchine, entrare nei cuori delle aziende e vederne la trasformazione nel tempo, ma ancora più semplicemente guardare come impieghiamo il nostro tempo e come sono cambiati i modi di gestire la nostra vita grazie alla tecnologia.

Video magazzino automatizzato AMAZON

L’introduzione di robot nei processi industriali c’è da anni dai bracci meccanici, ai rulli e robot che sostituiscono l’uomo nelle mansioni più pesanti.

Con l’avvento, di internet, degli smartphone e dello sviluppo di algoritmi ed apps, il cambiamento è divenuto più forte e penetrante, andando a sostituire l’uomo anche e soprattutto in quelle mansioni esclusive della logica e del ragionamento.

Si avvia un processo di sostituzione più veloce e radicale dell’uomo con le AI (artificial intelligence): auto in grado di guidare da sole (vedi UBER e GOOGLE), segretarie virtuali in grado di apprendere e rispondere su un numero infinito di domande avendo accesso a database che vanno ben oltre ogni possibilità umana, robot in grado di compiere azioni una volta impensabili.

E’ previsto che nel giro di trent’anni (forse anche meno) il mondo del lavoro sarà completamente rivoluzionato.

Video La cruda Verità sul futuro del lavoro (di Marco Montemagno)

Video Cos’è l’intelligenza artificiale

Video AI vs AI nel 2011

AI nel 2016

Algoritmi e sostituzione del lavoro

Mentre i robot sono qualcosa di tangibile e visibile nei processi lavorativi, gli algoritmi e le apps lo sono meno, ma sono in grado di sostituire interi reparti di lavoro prima gestiti dagli umani e neanche i profili specializzati e di alto livello sono esenti dalla loro area d’azione. Quindi non solo l’operaio, l’addetto al casello autostradale o alle casse di un supermercato, ma profili come un addetto in banca, un analista, un pilota d’aereo.

Il livello del sopravvento tecnologico sarà enorme ed impattante in ogni area della nostra vita.

Gli algoritmi hanno dati pressoché infiniti, sono in grado di elaborarli e quindi attuarli.

In parole povere, le macchine hanno tutto il potenziale per diventare molto, ma molto più efficienti dell’uomo.

Continua: Robot per vigili del fuoco e persone non vedenti





Lascia una risposta