Ferragamo ricavi in calo


Ferragamo ricavi in calo

Ferragamo ha chiuso i primi tre mesi dell’anno con ricavi in calo dell’1,8 per cento a 321 milioni di euro rispetto al primo trimestre del 2015.

Ferragamo fatturato

Sul fronte geografico, in crescita dell’1,9 per cento il Giappone e dello 0,8 per cento il Nord America. In calo del 3 per cento l’area Asia Pacifico e l’Europa.

Il margine operativo lordo (ebitda) del gruppo è cresciuto del 5 per cento a quota 64 milioni di euro mentre l’utile netto è salito del 10 per cento a 34 milioni di euro, a fronte dei 31 milioni di euro registrati nei primi tre mesi del 2015.

La posizione finanziaria netta a fine marzo 2016 è risultata positiva per 25 milioni di euro mentre l’indebitamento è stato pari a 34 milioni di euro.

Ferragamo risultati

Il risultato operativo (EBIT) è aumentato del 4,5 per cento a 49 milioni di euro a fronte dei 47 milioni di euro di fine marzo 2015.

Il comparto retail ha registrato una crescita del 6 per cento mentre il wholesale è diminuito del 7 per cento.

Per quanto riguarda le singoli divisioni, le calzature hanno registrato un fatturato pressoché stabile rispetto ai primi tre mesi del 2015.

In calo del 3 per cento invece i ricavi di borse ed accessori in pelle del 3 per cento mentre la divisione profumi è aumentata del 2 per cento.

Continua: Ferragamo utile primi nove mesi





Lascia una risposta