Fallite 15mila imprese nel 2014

 Fallite 15mila imprese nel 2014

Sono fallite circa 15mila imprese italiane nel 2014, con una crescita del 10,7 per cento rispetto al precedente anno. Sono i dati emersi dal rapporto pubblicato dell’osservatorio del Cerved.

Considerando i fallimenti, le procedure concorsuali e le liquidazioni volontarie, lo scorso anno complesivamente hanno chiuso 104mila imprese, un dato comunque in calo del 3,5 per cento rispetto al 2013.

Sono andati inoltre persi nel periodo 175mila posti di lavoro, con una flessione dello 0,5 per cento sul  precedente anno.

Da segnalare che soltanto nel quarto trimestre dello scorso anno sono state dichiarate fallite 4.479 aziende, con una crescita del 7 per cento su base annua, che rappresenta il valore più elevato dal 2001.

Dall’inizio della crisi le imprese fallite sono state oltre 82mila e sono andati persi circa un milione di posti di lavoro.

Per quanto riguarda le procedure concorsuali non fallimentari, nel 2014 sono diminuite del 16,4 per cento rispetto al 2013 a quota 2.784. In calo soprattutto i concordati preventivi, diminuiti del 20 per cento, e le liquidazioni volontarie, in flessione del 5,3 per cento a quota 86mila.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica