Facebook e Twitter i più colpiti dagli hacker


hackingLe azioni degli hacker e dei pirati informatici sono in aumento, con smartphone ed i profili di Facebook e Twitter tra i più colpiti.

Lo ha comunicato il Norton Cybercrime Report 2012, uno studio annuale che analizza proprio l’attività degli hacker.

E’ stato reso noto che nell’ultimo anno i costi sostenuti a causa di frodi, furti e riparazioni di dispositivi sono stati pari globalmente a 110 miliardi di dollari, con 2,5 miliardi di euro a carico dell’Italia.

Il costo medio per soggetto colpito in Italia è stato pari a 275 euro.

I numeri sono sconcertanti: ogni giorno sono 18 le persone che ogni secondo nel mondo vengono attaccate, per un totale di 1,5 milioni in soltanto 24 ore.

Come anticipato gli hacker colpiscono soprattutto tramite i social network, i cui sistemi di sicurezza forse sono più facilmente “bypassabili”: un utente italiano su 10 ha subito infatti una violazione del proprio profilo online.

In base a quanto indicato da Norton, occorre però sottolineare che soltanto il 33% degli utenti italiani fa uso di un software che consente una opportuna messa in sicurezza dei propri dati e ben il 44% non utilizza password complesse.

Tra i più “attaccati” dagli hacker l’account di posta elettronica, che sembra protetto di frequente da password troppo banali da decodificare e che vengono cambiate molto di rado.

 

Continua: JP Morgan violata dagli hacker





Lascia una risposta