Exor vola utile semestrale


Exor vola utile semestrale

Exor ha archiviato il primo semestre dell’anno con un utile netto in crescita a 219,3 milioni di euro rispetto ai 57,4 milioni di euro dell’analogo periodo dello scorso esercizio.

Il consiglio di amministrazione del gruppo, riunito sotto la presidenza di John Elkann ed a cui ha preso parte anche l’ad di Fca, Sergio Marchionne, ha approvato i risultati consolidati del primo semestre.

Gli oneri finanziari netti della holding della famiglia Agnelli sono cresciuti di un ammontare pari a 23,4 milioni di euro.

Il patrimonio netto consolidato è cresciuto a 8,548 miliardi di euro a fronte dei 7,995 miliardi di euro di fine dicembre 2014.

Il net asset value è diminuito a 12,878 miliardi di euro dai 13,334 miliardi di euro registrati lo scorso fine marzo ma in crescita del 26,7 per cento rispetto ai 10,16 miliardi di euro di fine 2014.

La posizione finanziaria netta è risultata positiva per 132,8 milioni di euro, in calo di 429,7 milioni di euro rispetto al saldo positivo di 562,5 milioni di euro registrati al 31 dicembre 2014.

Per quanto riguarda le stime per l’intero esercizio, i vertici di Exor hanno comunicato di prevedere per l’esercizio 2015 un risultato positivo che dipendeà principalmente dall’andamento delle società partecipate del gruppo.

Continua: Exor utile primo trimestre 2016





Lascia una risposta