Equitalia al via la sanatoria per tributi, multe e bolli auto


Equitalia al via la sanatoria per tributi, multe e bolli auto

Al via la sanatoria di Equitalia, vale anche per le multe ed i bolli auto. In base a quanto contenuto nella Legge di Stabilità 2014, entro il prossimo 28 febbraio tutti i contribuenti possono pagare in un’unica soluzione, senza interessi, le cartelle e gli avvisi di accertamento esecutivi che sono stati dati in affidamento, entro il 31 ottobre 2013, all’agenzia di riscossione.

È quanto comunicato dalla stessa Equitalia in una nota.

Ad esempio rientrano nella agevolazione le entrate erariali come l’Irpef e l’Iva, il bollo dell’auto, le multe per violazione al codice della strada.

Sono invece esclusi i contributi Inps, Inail ed i tributi locali che non vengono riscossi da Equitalia.

La sanatoria riguarda tutte le cartelle e avvisi di accertamento esecutivi emessi dalle Agenzie fiscali (Entrate, Demanio, Territorio, Dogane e Monopoli), Uffici statali (Ministeri e Prefetture) ed Enti locali (Regioni, Province e Comuni), affidati a Equitalia entro la data del 31 ottobre 2013.

Non si dovranno pagare gli interessi di mora (dalla data di notifica della cartella), e per le entrate erariali, non saranno dovuti gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo.

Chi sceglierà di aderire dovrà pagare il debito entro il 28 febbraio 2014, l’aggio, le spese di notifica e gli eventuali costi per le procedure attivate.

Equitalia entro il 30 giugno invierà a tutti i contribuenti che avranno pagato nei termini previsti, mediante posta ordinaria, una comunicazione di avvenuta estinzione del debito.

Si potrà effettuare il pagamento presso tutti gli sportelli di Equitalia e negli uffici postali mediante bollettino F35.

Continua: Sanatoria Equitalia prorogata 31 maggio





Lascia una risposta