Enel, utili in calo nel 2012

enelNel 2012 conti in calo per Enel, con l’utile netto ordinario che scende del 14,9% a 3.455 milioni di euro, rispetto i 4.061 milioni del 2011.

I ricavi sono risultati in crescita del 6,8% a 84.889 milioni di euro, a fronte dei 79.514 milioni registrati nel precedente esercizio.

L’Ebitda risulta in calo del 4,9% a 16.738 milioni di euro, mentre l’Ebit in flessione del 31,4% a 7.735 milioni di euro.

L’Indebitamento finanziario netto del gruppo risulta in calo del 3,8% a 42.948 milioni di euro a fronte dei 44.629 milioni registrati a fine 2011.

In base a questi dati, il consiglio di amministrazione ha proposto all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,15 euro per azione.

Il gruppo tramite una nota sottolinea che la debolezza del contesto economico in Italia e Spagna risulta accompagnato a segnali di ripresa provenienti dagli Stati Uniti e dai mercati emergenti.

Per quanto riguarda il business delle fonti rinnovabili, conserva un outlook positivo, con un tendenza in crescita in diverse aree geografiche, soprattutto in Sud America e nei paesi dell’Est Europa.

Enel evidenzia che proseguirà sulla strada della stabilità finanziaria, puntando al consolidamento dei margini nei mercati più sviluppati, e sulla crescita della presenza del Gruppo in quelli emergenti.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica