Disoccupazione in Italia quasi al 10%

disoccupazione italia

La disoccupazione ha raggiunto livelli record in Italia, la più elevata dal 2001: è questo il quadro che emerge dal Rapporto 2012 dell’Ilo, l’Organizzazione internazionale del lavoro, che ha sottolineato come la disoccupazione stia crescendo sia in Italia che nel resto del mondo, arrivando a toccare complessivamente la soglia dei 200 milioni di persone che attualmente sono senza lavoro.

Secondo i dati diffusi dall’Organizzazione internazionale del lavoro, l’Italia nel quarto trimestre del 2011, ha registrato un tasso di disoccupazione che ha continuato a crescere fino a toccare il 9,7%, che rappresenta il record negativo degli ultimi 10 anni.

Per quanto riguarda i giovani la situazione è ancora più preoccupante, con un giovane su tre senza lavoro, ovvero il 32,6% del totale, e di questi il 5% nemmeno cerca più un impiego.

Al contrario crescono i rapporti di lavoro part-time e quelli a tempo determinato, arrivando a toccare rispettivamente il 15,2% e il 13,4% del totale.

I motivi di questa situazione ormai divenuta allarmante, sono secondo l’Ilo, le politiche di eccessivo rigore che sono state attuate dai governi, soprattutto da parte di quelli occidentali, che per riuscire a combattere la crisi, stanno puntando troppo sull’austerity, ed in tal modo focalizzandosi troppo poco sulla crescita.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica